Peola Simondi Arte Contemporanea

Le opere di Perino & Vele, realizzate in cartapesta, ferro e vetroresina, propongono oggetti e forme del vissuto quotidiano ingigantiti e costituiti di una sorta di trapunta imbottita, rigida al tatto ma dalla parvenza soffice e morbida, ottenuta incollando una miriade di cuscinetti convessi di cartapesta.

Ulteriori informazioni
17 aprile - 18 maggio 2002

Sophy Rickett lavora con il buio e, usando i mezzi più semplici della fotografia, fa emergere dalla notte gli scenari per le sue inquadrature. All'inizio - metà anni '90 - fotografa giovani donne nell'atto di urinare, in piedi come gli uomini, contro muri e parapetti urbani; ragazzi accovacciati sul bordo della strada appena fuori dal fascio di luce dei fari delle auto. In seguito nelle sue immagini la presenza umana si fa assente e gli spazi rappresentati sono "non luoghi", aree periferiche delle città attraverso cui si passa in transito verso qualche altra destinazione, viadotti, raccordi stradali, incroci deserti.

Ulteriori informazioni
5 marzo - 13 aprile 2002

  • James Drake

I lavori di James Drake presentati alla Galleria Alberto Peola fanno parte di un progetto che l'artista americano realizza da una decina di anni  in una zona di confine tra il Messico e gli Stati Uniti, precisamente tra Juarez, Mexico e  El Paso, Texas.
Nel catalogo della Biennale del Whitney Museum di New York del 2000, in cui è inclusa la serie delle sue fotografie più recenti Que Linda La Brisa, James Drake è definito “un esploratore dei confini geografici ed emozionali dell'umanità".  Sono  infatti proprio le comunità ai margini e le sottoculture di frontiera gli ambiti a cui negli ultimi anni si è rivolta la sua attenzione: spazi di tensione e incertezza tra società ricche e paesi in via di sviluppo, tra speranza e disperazione, libertà e costrizione maschile e femminile.

Ulteriori informazioni
16 gennaio - 28 febbraio 2002

  • Elisabetta Di Maggio

a cura di Chiara Bertola

«Ogni giorno con costanza e precisione ci si prende cura del lavoro perché esso possa continuare a vivere, ad essere attivo, così come ci si prende cura di una pianta: piccoli gesti quotidiani, semplici ma esatti, non sostituibili proprio come in un rituale che non è mai ripetitivo ma è semplicemente ciò che è».
Elisabetta Di Maggio presenta nuove opere appositamente realizzate per la sua prima personale alla Galleria Alberto Peola.

Ulteriori informazioni
16 novembre 2001 - 12 gennaio 2002

  • Daniela Rossell

La Galleria Alberto Peola organizza la prima mostra personale in Italia dell'artista messicana Daniela Rossell.
Ricas y famosas è una serie di ritratti fotografici a colori di giovani donne delle famiglie ricche e potenti di Città del Messico.
«Le donne ricche in Messico sono prigioniere delle loro case, del loro stile e del loro eccesso» dice l'artista che, come nell'altra serie di opere Olympic Tower, condominio di lusso sulla Fifth Avenue di New York, ritrae soggetti in posa nei loro lussuosi appartamenti.

Ulteriori informazioni
25 settembre - 10 novembre 2001

Silenzi: assenza di voci in paesaggi naturali o urbani, in luoghi pubblici, nelle relazioni; ma anche mancanza di titolo – chiave di lettura suggerita dall’artista che rende più esplicita la narrazione – o di punto di vista univoco nella lettura dell’immagine.

Ulteriori informazioni
19 giugno - 12 settembre 2001

  • Peter Davis

La Galleria Alberto Peola presenta le opere di Peter Davis, uno dei giovani artisti di spicco del Process Painting, movimento inglese che ha fatto ritorno al linguaggio dell’astrazione tardo-modernista, e in particolare alle forme della pittura minimalista e monocroma.

Ulteriori informazioni
7 maggio - 16 giugno 2001

La mostra personale di Thorsten Kirchhoff nasce dal cortometraggio Una serata con il Dottor Hoffmann scritto e diretto dall'artista (16 mm b/n). Ma, a differenza del tipico video/film d’artista, il cortometraggio è concepito come opera fiction per un pubblico più ampio rispetto a quello delle gallerie d’arte. Il linguaggio è, infatti, liberamente ripreso dai cosiddetti B movies noir: angolazioni di ripresa, dettagli ravvicinati, luce contrastante, ombre lunghe.

Ulteriori informazioni
21 marzo - 28 aprile 2001